Valutazione e rieducazione delle lesioni di collo-piede con sistema propriocettivo informatico (Pro-Kin):

La seguente relazione presenta l’applicazione della Pro-Kin, che permette di valutare e confrontare l’evoluzione delle condizioni funzionali, e perciò del recupero del paziente affetto da lesioni del collo-piede (traumi distorsivi, fratture, osteonecrosi dell’astragalo…) dalla presa in carico alla dimissione.
Il Pro-Kin offre la possibilità di programmare esercizi di diverse difficoltà per il paziente, sfruttando i concetti di biofeedback altamente elaborato.

Anamnesi soggetto:

  • soggetto maschile di 54 anni;
  • frattura del terzo malleolo nel 1980 trattato incruentemente;
  • trauma contusivo sul compartimento mediale nel 2003 trattato con il seguente metodo;


Materiali e metodi:

  • Terapia fisica 3 volte a settimana;
  • Valutazione iniziale delle condizioni;
  • Valutazione articolare tramite Pro-Kin;
  • Mobilizzazione manuale delle ossa del piede;
  • Mobilizzazione e pompage articolare della caviglia;
  • Allungamento delle catene posteriori dell’arto inferiore;
  • Riabilitazione tramite Pro-Kin.

Dopo un mese di lavoro si notava persistente una difficoltà del paziente ad eseguire gli esercizi proposti, solo nel compartimento esterno e con la pedana a basse resistenze quindi con molta instabilità.

È stata eseguita una diagnosi con RM per approfondire la situazione, che ha evidenziato una osteonecrosi del compartimento laterale dell’astragalo.
Il soggetto venne operato tramite endoscopia alla Casa di Cura “Giovanni XXIII” a Monastier (TV).

Dopo l’intervento è ricominciato il processo riabilitativo con i seguenti metodi:

  • Terapia fisica 5 giorni a settimana;
  • Mobilizzazione passiva e attiva dell’articolazione tibio-tarsica;
  • Trattamento della cicatrice con tecniche manuali di scollamento;
  • Allungamento delle catene posteriori dell’arto inferiore;
  • Mobilizzazione di tutte le articolazioni del piede;
  • Training sulla corretta deambulazione finalizzata all’abbandono degli ausili.

Risultati:

A 90gg dall’intervento e dopo un mese di terapia RRF il paziente ha recuperato una funzionalità con R.O.M. nella norma per il collo-piede e non avverte più sintomatologia dolorosa durante le attività di vita quotidiana. Autorizzato dal chirurgo può intraprendere attività sportiva (trekking di media difficoltà).

Conclusioni:

Il Pro-Kin risulta essere una macchina estremamente utile ed efficace nella valutazione e nella riabilitazione delle lesioni articolari. È fondamentale nell’utilizzo di tale sistema la completa partecipazione del paziente il quale deve continuamente interagire con l’equipe riabilitativa.

 

Puoi scaricare il Paper completo in allegato.