Il contributo dell’analisi posturale nella verticale ritta rovesciata

Obiettivo: L’obiettivo dello studio è analizzare le variabili del centro di pressione (CoP) durante l’esecuzione della verticale ritta rovesciata (VRR) e la loro eventuale relazione con l’equilibrio posturale statico in posizione eretta.

 

Anamnesi soggetti:

  • 22 ginnaste di età compresa tra i 9 e i 32 anni;
  • altezza 152 cm;
  • peso tra i 33 e i 53 kg;
  • circa 20 ore di allenamento alla settimana.


Metodi:

  • Le ginnaste sono state suddivise in due gruppi in base al tempo di mantenimento della VRR:
    • gruppo A, le ginnaste che hanno mantenuto la posizione della VRR per un tempo inferiore ai 40 s;
    • gruppo B, le ginnaste che hanno mantenuto la VRR per un tempo maggiore o uguale a 40 s.
  • Per i test sono stati utilizzati: la pedana Prokin PK (214 P) in modalità stabilometrica e un accelerometro biassiale (TK-trunk sensor) per la registrazione dei movimenti del tronco.
  • Il protocollo sperimentale consisteva nel quantificare l’equilibrio statico in 7 posizioni:
    • eretta bipodalica (Bipo) (60 s) prima OE (Open Eyes) poi CE (Cloesed Eyes);
    • eretta monopodalica (Mono) (30 s) in appoggio su arto inferiore destro e sinistro, prima OE (Open Eyes) poi CE (Cloesed Eyes);
    • in posizione VRR mantenuta ad esaurimento per un totale di sette prove posturali per soggetto.

Risultati:

  • L’importanza della componente visiva, entrambi i gruppi migliori ad occhi aperti (P<0,005);
  • l’equilibrio posturale statico in posizione eretta nelle condizioni:
    • Bipo OE per l’area (P=0,0147),
    • Bipo CE per la velocità antero-posteriore (P=0,0415),
    • monopodalica destra OC per l’area (P=0,0336),
    • VRR per gli spostamenti del CoP (P<0,005).


Conclusioni: In conclusione, è possibile suggerire l’esecuzione di esercizi di equilibrio senza la componente visiva e allenare la VRR su superfici instabili, per migliorarne il controllo rendendo più duraturo ed efficace il mantenimento di questa posizione.

L’articolo completo lo si trova a questo Link:

Minervamedica